FAQ

Decesso

Cosa fare dopo il decesso?

Vedi

Funerale

Come far recapitare una corona di fiori

Vedi

Quali vestiti preparare per la vestizione?

Vedi

Pensione

Dopo il decesso devo restituire la pensione?

Vedi

Successione

Come avviene la successione?

Vedi

In caso di decesso del proprietario dell’immobile, le quote annuali residue delle detrazioni vengono trasferite agli eredi?

Vedi

Banca

Cosa succede al conto corrente di una persona deceduta?

Vedi

Cosa succede al conto corrente cointestato di una persona deceduta?

Vedi

Come posso fare per sbloccare un conto corrente bloccato in seguito a decesso?

Vedi

Pensione

Successione

Banca

Cimitero

Orari

Cremazione

Decesso

In caso di decesso la prima cosa da fare è chiamare l’impresa di Onoranze Funebri. Ricordatevi sempre che la scelta dell’impresa funebre alla quale affidarvi è completamente libera; spetta solo ai familiari decidere quale impresa contattare e nessuno può influenzare la vostra scelta. In qualsiasi ora del giorno e della notte potete chiamarci allo 039.920.62.74 attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno. In tempi brevi ci occuperemo della vestizione della salma con i vestiti da voi forniti gestendo la circostanza con attento riguardo.* Nel giro di poche ore vi accoglieremo nel nostro ufficio per il disbrigo delle pratiche e la scelta del cofano funebre. Per questo passaggio è necessaria la carta di identità e il codice fiscale del defunto e di un parente, il quale ci delegherà allo svolgimento di tutta la burocrazia a suo nome. Vi daremo consigli secondo la vostra fede religiosa, ci occuperemo delle concessioni cimiteriali, degli addobbi funebri, di quelli floreali e degli avvisi a lutto, tutto secondo le vostre richieste e le vostre esigenze economiche, facendoci portavoce della vostra famiglia, in modo che voi non dobbiate pensare a nulla. Dopo aver accompagnato il vostro caro sino al cimitero saremo disponibili per qualsiasi altra vostra esigenza. * Nel caso di decesso all’interno di un ospedale, una casa di riposo o una clinica, prima di effettuare qualsiasi servizio è necessaria una delega di autorizzazione firmata dal parente; In questo caso dovrete prima recarvi presso i nostri uffici e solo allora potremo provvedere alla vestizione e alla composizione della salma. Grazie a una recente normativa, in questi casi, la salma può essere trasportata dalla struttura sanitaria all’abitazione (o alla casa funeraria), a patto che venga presentata la necessaria documentazione. Sarà sempre nostra premura svolgere sia la parte burocratica, sia il trasporto stesso.

Funerale

La corona di fiori - insieme ad altre composizione floreali - può essere ordinata direttamente all’agenzia funebre, che si occuperà di recapitarla alla famiglia del defunto durante il commiato o il giorno stesso del funerale.

Guarda le composizioni floreali disponibili >

Il nostro consiglio per la vestizione del defunto è di scegliere degli indumenti che rispecchino i gusti del vostro caro. I vestiti trasferiscono la personalità di una persona, ed è giusto che durante il commiato possano ricordarlo per come era solito vestire.

Preparate tutto il necessario: dall’intimo ai vestiti, decidendo anche se far indossare qualche calzatura. Potrete preparare anche accessori od oggetti al quale il defunto era particolarmente legato.

Pensione

A questa domanda dobbiamo rispondere dividendo la casistica in base al giorno di morte. Se una persona è deceduta l’ultimo giorno di un mese (esempio 31 Gennaio) e la pensione viene regolarmente pagata il primo giorno del mese seguente (ovvero l’indomani 1 Febbraio), la pensione ricevuta il 1 Febbraio dovrà essere restituita.

Diverso è per un decesso avvenuto il 10 Gennaio con pensione già erogata l’1 Gennaio. In questi casi agli eredi rimarrà l’interezza della pensione del mese di Gennaio. La pensione non deve essere restituita se percepita nel mese in cui la persona era ancora in vita. Deve essere restituita solo se erogata uno o due giorni post mortem.

Successione

Di seguito riportiamo una tabella esplicativa del frazionamento della successione in caso di decesso:

Chiamati a succedere per legge Quote del patrimonio ereditario spettanti
Solo il coniuge (no figli, no fratelli del de cuius) L’intero patrimonio spetta al coniuge
Coniuge + 1 figlio 1/2 al coniuge, 1/2 al figlio
Coniuge + 2 o più figli 1/3 al coniuge, 2/3 da ripartire tra i figli
Coniuge (no figli) + fratelli/sorelle del de cuius 2/3 al coniuge, 1/3 da ripartire tra fratelli/sorelle
Coniuge (no figli) + fratelli/sorelle e genitori del de cuius 2/3 al coniuge, 1/3 da ripartire tra fratelli/sorelle (ai genitori almeno 1/4)
Solo un figlio L’intero patrimonio spetta al figlio
Solo figli L’intero patrimonio viene diviso in parti uguali
Solo i genitori L’intero patrimonio viene diviso in parti uguali
Solo un genitore L’intero patrimonio spetta al genitore

Sì, in linea generale, in caso di decesso dell’avente diritto alla detrazione delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia, il godimento del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all’erede, o agli eredi che conservano la detenzione materiale e diretta dell’immobile su cui sono stati eseguiti i lavori (articolo 16-bis, comma 8, Tuir).

Banca

Nei giorni immediatamente successivi al decesso di un parente si deve informare la banca dove il de cuius aveva un conto corrente. Una volta avvenuta la comunicazione la banca non consentirà più alcun tipo di operazione, chiedendo invece la restituzione di carte di credito e assegni intestati al de cuius.

In questo caso il conto corrente viene bloccato solo per la parte relativa al defunto. Se i cointestatari sono due allora verrà bloccato solo il 50% del conto corrente. Se gli intestatari sono tre allora il conto verrà bloccato per un terzo. Questo funziona solo in caso di contestazioni, non è prevista nessuna autorizzazione ad operare nel caso di deleghe. La parte di conto corrente bloccata verrà poi resa disponibile agli eredi solo in seguito alla successione.

Gli eredi per provvedere allo sblocco del conto corrente dovranno presentare in banca: certificato di morte, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (da compilare presso qualsiasi anagrafe d’italia, presentandosi con una marca da bollo da 16€, per ogni pratica, e 0,52€ contanti) fotocopia delle carte di identità e delle tessere sanitarie del de cuius e di tutti gli eredi, per finire gli estremi di un eventuale testamento. Una volta fornita tutta questa documentazione gli eredi riceveranno la lettera di sussistenza per poter effettuare la dichiarazione di successione.

Cosa fare in Banca per sbloccare il patrimonio del vostro caro - leggi la guida pratica

Cimitero

Lo strato di vernice trasparente che garantisce la caratteristica lucentezza dei bronzi può essere facilmente deteriorato da sostanze particolarmente aggressive, pertanto per la pulizia si consiglia di utilizzare semplicemente acqua e panno morbido e senza troppa energia. Per una migliore detersione e lucentezza potrete utilizzare il nostro prodotto specifico per il bronzo: Bronzonet, disponibile presso i nostri uffici.

Per richiedere la luce votiva è necessario contattare le società esterne specializzate nell’allacciamento luce dei cimiteri. Il richiedente dovrà fornire alla società di allacciamento luce votiva i seguenti dati del defunto:

  • Nome e cognome del defunto
  • Numero di campo
  • Numero della tomba
Mentre per la stipula del contratto, dovrà fornire i suoi dati personali, quali:
  • Nome e Cognome del richiedente
  • Codice fiscale
  • Indirizzo di residenza
La società invierà ogni anno il bollettino per il pagamento della luce votiva. Il prezzo varia a seconda del gestore del cimitero. Di seguito vengono indicati i gestori della luce votiva per ogni comune di Casatenovo e dintorni:
Cimitero Gestore Contatti gestore
Casatenovo SAIE 800.013.523
Campofiorenzo SAIE 800.013.523
Galgiana SAIE 800.013.523
Rogoredo SAIE 800.013.523
Valaperta SAIE 800.013.523
Correzzana CASETTI LUCIO SRL 0341 580580
chiamare dalle 8:30 alle 14:30
Monticello Brianza ZANETTI SRL 0382 874121
Lesmo
Cortenuova ZANETTI SRL 0382 874121
Missaglia
Lomaniga
Maresso
Camparada

Gli eredi per provvedere allo sblocco del conto corrente dovranno presentare in banca: certificato di morte, dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (da compilare presso qualsiasi anagrafe d’italia, presentandosi con una marca da bollo da 16€, per ogni pratica, e 0,52€ contanti) fotocopia delle carte di identità e delle tessere sanitarie del de cuius e di tutti gli eredi, per finire gli estremi di un eventuale testamento. Una volta fornita tutta questa documentazione gli eredi riceveranno la lettera di sussistenza per poter effettuare la dichiarazione di successione.

Cosa fare in Banca per sbloccare il patrimonio del vostro caro - leggi la guida pratica

Cremazione

  • Al momento del decesso dovrete comunicare la volontà del defunto di essere cremato all’Ufficiale di Stato Civile del comune di decesso. Questo è il primo impegno burocratico necessario per praticare la cremazione.
  • In seguito al rito funebre secondo le volontà della vostra famiglia (guarda le opzioni per il rito funebre) il feretro verrà trasportato al forno crematorio per cremazione.
  • Vi restituiremo l’urna cineraria contenente le ceneri del vostro caro. Le ceneri potranno essere quindi tumulate in cimitero, conservate presso la vostra abitazione o disperse in natura previa autorizzazione del Comune di destinazione (leggi di più su come procedere alla dispersione delle ceneri)

Scopri di più sulla cremazione >

L’urna cineraria potrà essere conservata in cimitero, in cappelle private, in tumulazioni privilegiate, in un colombaro, in un loculo, in una tomba di famiglia o presso la propria abitazione

Qualora si decidesse per la conservazione al domicilio e si presenti una variazione di residenza bisognerà comunicarla alle onoranze funebri di fiducia, che si occuperanno del trasferimento presso il nuovo domicilio.

Guarda i modelli di urne cinerarie disponibili >

Le ceneri del defunto possono essere conservate all'interno di un'urna o possono essere disperse, nei limiti della legge. La dispersione delle ceneri è possibile solo nel caso in cui il defunto l'abbia espressamente richiesta attraverso una disposizione testamentaria, una dichiarazione autografa, una dichiarazione verbale al congiunto o a un parente di primo grado e infine se il defunto abbia rilasciato una dichiarazione sottoscritta presso un'associazione di cremazione.

Per ottenere l'autorizzazione alla dispersione delle ceneri è necessario seguire un iter burocratico ben preciso. Per questo potete contattarci in modo da ottenere tutte le informazioni necessarie per soddisfare i requisiti previsti dalla legge. 

Per quanto riguarda il luogo di dispersione la normativa prevede che le ceneri possano essere disperse nel luoghi autorizzati dal Comune di destinazione - generalmente può avvenire in un'area cimiteriale apposita - ma anche in un'area privata o in natura, ad esempio in mare, oltre mezzo miglio dalla costa.

La propria volontà di essere cremati deve essere espressa attraverso una delle seguenti modalità:

  • Disposizione testamentaria, tranne nei casi in cui i familiari presentino una dichiarazione autografa del defunto contraria alla cremazione fatta in data successiva a quella della disposizione testamentaria stessa;
  • Iscrizione, certificata dal rappresentante legale, ad associazioni riconosciute che abbiano tra i propri fini statutari quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati, tranne nei casi in cui i familiari presentino una dichiarazione autografa del defunto fatta in data successiva a quella dell’iscrizione all’associazione. L’iscrizione a dette associazioni vale anche contro il parere dei familiari;
  • In assenza di disposizione testamentaria, si può comunicare la propria volontà di essere cremati ai parenti prossimi, che dovranno per legge comunicare all’ufficiale dello stato civile la volontà espressa dal defunto.

Presso i nostri uffici è possibile lasciare per iscritto la volontà di essere cremato. Puoi prendere appuntamento chiamandoci al numero: 039.920.62.74 oppure scrivendoci all’indirizzo email: info@carnioonoranzefunebri.com

Rispondiamo alle vostre domande

Hai una domanda particolare da farci?
Scrivila qui e ti risponderemo al più presto

Rispondiamo alle vostre domande

Hai una domanda particolare da farci?
Scrivila qui e ti risponderemo al più presto